L’assessore al Bilancio della Regione Calabria, Franco Talarico, dell’Udc, é stato arrestato ieri e posto ai domiciliari nell’ambito dell’operazione “Basso profilo”

L'AZIONE GIUDIZIARIA, È STATA COORDINATA DAI MAGISTRATI DELLA DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA DI CATANZARO

0
530

L’assessore al Bilancio della Regione Calabria, Franco Talarico, dell’Udc, é stato arrestato ieri e posto ai domiciliari nell’ambito dell’operazione “Basso profilo” coordinata dalla Dda di Catanzaro.

Talarico, 54 anni, di Lamezia Terme (Cz), commercialista, in passato, ha ricoperto la carica di presidente del Consiglio regionale della Calabria oltre che di consigliere provinciale di Catanzaro e consigliere regionale.

I reati contestati a Francesco Talarico sono associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso e voto di scambio. In occasione delle elezioni politiche del marzo 2018 per il rinnovo della Camera dei deputati e del Senato, secondo gli inquirenti, sarebbe stato stipulato un “patto di scambio” fra esponenti dei clan e l’esponente dell’Udc calabrese consistente nella promessa di “entrature” per l’ottenimento di appalti per la fornitura di prodotti antinfortunistici e banditi da enti pubblici economici e società in house, “attraverso la mediazione dell’europarlamentare Lorenzo Cesa in cambio della promessa di un “pacchetto” di voti”.