Valentina Zafarana (5 Stelle): “Sulla mafia, non sono sovversivi i pubblici ministeri come dice Sgarbi”

"L'EVERSORE, E' LUI"

0
1116

La parlamentare regionale pentastellata Valentina Zafarana, intervenendo sulle polemiche sorte per l’invito fatto ad un importante esponente dei carabinieri da parte del responsabile del Movimento politico -Rinascimento-, sottolinea: “uno dei cardini dello Stato di diritto è il principio di separazione dei poteri. Lo ricordiamo a Vittorio Sgarbi che oggi ha perso l’ennesima occasione per tacere. Affermare che nel comportamento della procura di Palermo ci sono profili di eversione è un attacco alle istituzioni, chieda pubblicamente scusa e si dimetta”.

“Il vero eversore è lui. Non è degno di ricoprire il ruolo di assessore regionale in Sicilia, una terra martoriata dalla mafia dove quei stessi magistrati che oggi ha tacciato di -eversione- sono sottoposti a misure eccezionali di protezione, dopo le minacce di Totò Riina”.

La Zafarana, ha reso pubblico questo suo pensiero, per commentare le dichiarazioni dell’assessore regionale ai Beni culturali Vittorio Sgarbi prima della proiezione del docufilm di Ambrogio Crespi “Generale Mori” che si è svolta a palazzo dei Normanni.