A partire dal 2 maggio prossimo, su diverse linee ATM saranno introdotte importanti novità finalizzate a migliorare e potenziare il servizio di trasporto pubblico locale: in particolare, le linee 20, 20 bis, 22, 22 bis, 23, 27 e 35 saranno interessate da modifiche del percorso, mentre le linee 8, 8 bis e 24 avranno variazioni di orari

IN DETTAGLIO TUTTE LE NOVITÀ A MESSINA

160

A partire dal 2 maggio prossimo, su diverse linee ATM saranno introdotte importanti novità finalizzate a migliorare e potenziare il servizio di trasporto pubblico locale: in particolare, le linee 20, 20 bis, 22, 22 bis, 23, 27 e 35 saranno interessate da modifiche del percorso, mentre le linee 8, 8 bis e 24 avranno variazioni di orari.

In dettaglio tutte le novità a Messina:

  • le linee 20 e 20 bis, che servono la zona di San Licandro, transiteranno dalla via Fiore e non più dalla via Saro Leonardi come avviene attualmente;
  • le linee 22 e 23, di servizio all’Annunziata, avranno un cambio di percorso per facilitare il collegamento con il centro città. In particolare, il percorso della linea 22, che oggi funge da navetta tra il terminal Museo e la zona alta dell’Annunziata, subirà un notevole allungamento che prevede la partenza dal terminal Villa Dante e arrivo al Museo, per poi proseguire lungo il viale Annunziata fino alla Cittadella Universitaria. La linea 22 così modificata avrà una frequenza di 40 minuti e per accogliere a bordo i numerosi passeggeri che devono spostarsi dalla zona nord al centro saranno impiegati bus più capienti da 12 metri;
  • la linea 22 bis, che nasce come potenziamento della linea 22, partirà sempre da Villa Dante con destinazione l’Annunziata, ma lungo il percorso transiterà dalla Stazione Marittima e da via Luigi Rizzo per agevolare gli studenti e i pendolari provenienti dalla Calabria;
  • la linea 35, che parte dal Terminal Museo e raggiunge la località di Acqualadrone passando in andata dalla litoranea e dalla parte montana al ritorno, con passaggio a Faro Superiore, avrà un nuovo percorso: andata e ritorno saranno effettuati sullo stesso tragitto, in modo da permettere ai residenti della zona di Faro Superiore di poter usufruire del servizio anche al ritorno;
  • la linea 27 invece, in tutte le corse verso Faro Superiore passerà da Marotta e Curcuraci, contrariamente a quanto avviene adesso con due corse che passano prima da Faro Superiore e poi da Curcuraci. Questa modifica è stata attuata per evitare la sovrapposizione con il nuovo percorso della linea 35;
  • relativamente poi, ai cambi di orari, le modifiche alle linee 8 e 8 bis riguarderanno sia l’andata che il ritorno, e sono state appositamente studiate per consentire a un maggior numero di studenti di avere un minor tempo di attesa alle fermate in concomitanza con l’uscita dalle scuole;
  • infine, la linea 24, avrà un anticipo di 5 minuti sulla prima corsa, programmata alle ore 7 e non più alle 7.05, al fine di evitare ritardi agli ingressi delle scuole.

“Il futuro prossimo della città – evidenzia il sindaco Federico Basile – è nel segno della mobilità collettiva e innovativa. Il cambiamento di percorsi e di orari e di alcune linee dei bus urbani che ATM ha attuato, è necessario per rispondere alle esigenze degli utenti e ai bisogni di mobilità che esprimono i quartieri cittadini. Crediamo di avere raggiunto uno degli obiettivi del nostro mandato: migliorare il trasporto cittadino partendo da un livello che non era così soddisfacente”.

“Vogliamo continuare a migliorare il trasporto pubblico locale per renderlo più efficiente, appetibile e gradevole – aggiunge il vicesindaco e assessore alla Mobilità Salvatore Mondello -. Modificare le linee è un lavoro complesso perché si deve tenere conto dell’intero sistema, ma è fondamentale per rendere più semplice e facilitare l’approccio degli utenti all’utilizzo dei mezzi pubblici per gli spostamenti al fine di eliminare la congestione del traffico urbano a beneficio della sostenibilità ambientale”.

“Il nostro obiettivo principale – spiega il presidente Giuseppe Campagna – resta quello di rendere il servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficiente e rispondente alle reali esigenze degli utenti. Grazie ai sistemi tecnologici adottati da ATM Spa in questi anni, abbiamo la possibilità di studiare il flusso dei passeggeri e adattare il piano di esercizio ai dati in nostro possesso. Ecco perché, nel corso dell’anno, approviamo modifiche che riguardano percorsi ed orari. I vertici aziendali sono impegnati quotidianamente a migliorare il servizio con soluzioni che possano invogliare sempre più messinesi a lasciare l’auto a casa e a muoversi con bus e tram”.