Ancora un successo per la Polisportiva Nino Romano che, dopo aver battuto in casa l’Ssd UniMe, domenica scorsa ha espugnato il “PalaFurriolo” di Capo d’Orlando superando la locale formazione dell’𝐎𝐫𝐥𝐚𝐧𝐝𝐢𝐧𝐚 𝐕𝐨𝐥𝐥𝐞𝐲; 1-3 il risultato finale

NINO ROMANO ALLA RICERCA DELLA CONTINUITÀ, ORLANDINA PER DARE LA PRIMA GIOIA AI SUOI TIFOSI DOPO LA SCONFITTA AL TIE-BREAK CON LA NEO-PROMOSSA AMANDO VOLLEY

54

Ancora un successo per la Polisportiva Nino Romano che, dopo aver battuto in casa l’Ssd UniMe, domenica scorsa ha espugnato il “PalaFurriolo” di Capo d’Orlando superando la locale formazione dell’𝐎𝐫𝐥𝐚𝐧𝐝𝐢𝐧𝐚 𝐕𝐨𝐥𝐥𝐞𝐲; 1-3 il risultato finale. Nino Romano alla ricerca della continuità, Orlandina per dare la prima gioia ai suoi tifosi dopo la sconfitta al tie-break con la neo-promossa 𝐀𝐦𝐚𝐧𝐝𝐨 𝐕𝐨𝐥𝐥𝐞𝐲.

I due allenatori si affidano ai loro sestetti base consueti. Per le padrone di casa, coach 𝐕𝐚𝐥𝐦𝐢 𝐅𝐨𝐧𝐭𝐚𝐧𝐨𝐭 si affida a 𝐋𝐨𝐫𝐞𝐧𝐚 𝐁𝐫𝐚𝐯𝐢𝐧 e 𝐌𝐨𝐫𝐚 𝐀𝐮𝐝𝐞𝐧𝐢𝐧𝐨 come posto 4, 𝐎𝐫𝐧𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐌𝐞𝐥𝐜𝐡𝐢𝐨𝐫𝐫𝐢 e 𝐕𝐚𝐥𝐞𝐧𝐭𝐢𝐧𝐚 𝐒𝐜𝐡𝐞𝐩𝐢𝐬 al centro, 𝐆𝐢𝐮𝐥𝐢𝐚𝐧𝐚 𝐂𝐚𝐧𝐧𝐞𝐬𝐭𝐫𝐚𝐜𝐜𝐢 in palleggio e 𝐂𝐡𝐢𝐚𝐫𝐚 𝐀𝐥𝐛𝐞𝐫𝐭𝐨 come suo opposto; il libero è 𝐕𝐞𝐫𝐨𝐧𝐢𝐜𝐚 𝐅𝐨𝐫𝐚𝐜𝐢. Sull’altro fronte, coach 𝐌𝐚𝐮𝐫𝐨 𝐌𝐚𝐜𝐜𝐨𝐭𝐭𝐚 sceglie 𝐀𝐧𝐠𝐞𝐥𝐚 𝐁𝐞𝐫𝐭𝐞̀ e 𝐀𝐥𝐢𝐜𝐞 𝐌𝐚𝐜𝐜𝐨𝐭𝐭𝐚 posto 4, 𝐑𝐨𝐬𝐚𝐥𝐢𝐚 𝐑𝐢𝐬𝐩𝐨𝐥𝐢 e 𝐂𝐥𝐚𝐮𝐝𝐢𝐚 𝐏𝐮𝐠𝐥𝐢𝐬𝐢 al centro, 𝐒𝐭𝐞𝐟𝐚𝐧𝐢𝐚 𝐅𝐥𝐞𝐫𝐞𝐬 in regia ed 𝐀𝐥𝐞𝐬𝐬𝐚𝐧𝐝𝐫𝐚 𝐌𝐮𝐬𝐢𝐜𝐨̀ suo opposto; il libero è il capitano 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐠𝐢𝐚 𝐂𝐮𝐳𝐳𝐮𝐜𝐫𝐞𝐚.

1° 𝑺𝑬𝑻
La partita inizia con qualche errore di troppo da ambo le parti; le palatine riescono a supplire, sfruttando meglio la fase d’attacco grazie a 𝐁𝐫𝐚𝐯𝐢𝐧 e 𝐀𝐮𝐝𝐞𝐧𝐢𝐧𝐨. Malgrado qualche incertezza di troppo e la poca concretezza offensiva (alla fine del set saranno solamente nove i punti in attacco da parte delle mamertine), la Romano riesce a tenere vivo il match e, nel finale, complici gli errori delle avversarie, riesce a dare lo sprint necessario per fare suo il parziale (23-25).

2° 𝑺𝑬𝑻
Cambio nel ruolo di opposto per coach Fontanot che impegna 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐠𝐢𝐚 𝐂𝐚𝐦𝐦𝐚𝐫𝐨𝐭𝐨 al posto di Chiara Alberto. Formazione invariata, invece, per coach Mauro Maccotta. L’Orlandina risente del set precedente, perso dopo averlo comandato per larghi tratti, e subisce la personalità ritrovata della Romano. Sul 12-4 per le ospiti, coach Fontanot è costretto a fare uscire una delle sue armi migliori, la Audenino, per un problema fisico. Al suo posto in campo nuovamente la Alberto. La Bertè, fino al momento in ombra, comincia ad attaccare con incisività, costringendo le palatine a cedere anche il secondo set (25-15).

3° 𝑺𝑬𝑻
Il set inizia con le stesse formazioni di inizio match. La Romano parte concentrata e aggressiva (6-2) e quando l’Orlandina commette un fallo di formazione (13-9), il match sembra indirizzato verso la conclusione in favore delle RomaNine. È la chiave di volta della gara. Le ragazze di coach Fontanot trovano le energie e la caparbietà necessarie per risalire la china, mentre nelle ospiti si spegne la luce. La ricezione soffre, coach Maccotta toglie momentaneamente la Cuzzocrea per fare esordire in stagione 𝐒𝐨𝐟𝐢𝐚 𝐂𝐮𝐜𝐢𝐧𝐨𝐭𝐭𝐚. Bravin e Audenino aumentano i giri dell’Orlandina, mostrando tecnica e potenza in attacco e trascinando la formazione di casa sino alla parità (23-23). La Romano non riesce a sfruttare tre palle match; di contro l’Orlandina, con coraggio e determinazione, riesce a spuntarla ai vantaggi (28-26).

4° 𝑺𝑬𝑻
Nel quarto parziale, sestetti confermati. La Romano conferma la propria capacità di entrare subito nel vivo del set e si porta avanti (4-0), ma le palatine non mollano. 𝐀𝐥𝐢𝐜𝐞 𝐌𝐚𝐜𝐜𝐨𝐭𝐭𝐚, dopo due set in cui è apparsa sotto tono, recupera le energie giuste per mettere a terra i punti che fruttano il triplo vantaggio ospite (18-21). L’Orlandina si riorganizza e riesce a recuperare fino al sorpasso (22-21) mettendo a segno quattro punti in successione. Coach Maccotta fa entrare al servizio 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐚𝐧𝐧𝐚 𝐃𝐞 𝐋𝐮𝐜𝐚 al posto di Bertè, segnando la svolta della partita. La giovane mamertina mette sotto scacco la ricezione avversaria dai nove metri e fornisce solidità in difesa, permettendo così alla Romano di restituire i punti subiti in precedenza e conquistando set e partita (22-25).

𝐂𝐎𝐍𝐂𝐋𝐔𝐒𝐈𝐎𝐍𝐈
Partita non bellissima, giocata più sui nervi che sulla tecnica. Brave entrambe le squadre a sapersi rialzare nei momenti più difficili, andando a conquistare punti insperati. Superlative le due posto 4 (Bravin e Audenino) dell’Orlandina, mentre nella Romano da sottolineare il positivo impatto della De Luca al suo ingresso in campo.

𝐈 𝐓𝐀𝐁𝐄𝐋𝐋𝐈𝐍𝐈
Orlandina Volley vs Pol. Nino Romano 1-3 (23-25 15-25 28-26 22-25)
𝐎𝐫𝐥𝐚𝐧𝐝𝐢𝐧𝐚 𝐕𝐨𝐥𝐥𝐞𝐲 : Melchiorri 7, Cannestracci 1, Audenino 18, Schepis 3, Alberto 6, Bravin 16, Ferraloro 1, Cammaroto 2, Lazzara M. 0, Foraci (L) 0, Lazzara A. (L) 0, Triscari ne, Gammeri ne, Stella ne;
𝐍𝐢𝐧𝐨 𝐑𝐨𝐦𝐚𝐧𝐨 : Fleres 2, Bertè 12, Rispoli 9, Musicò 15, Maccotta 17, Puglisi 11, Prizzi 0, De Luca 0, Cuzzucrea (L) 0, Cucinotta (L) 0, Pino 0, Motta ne, Brigandì 0, Impellizzeri 0;
𝐌𝐕𝐏 𝐝𝐞𝐥 𝐦𝐚𝐭𝐜𝐡: Lorena Bravin (Orlandina Volley);
𝐓𝐨𝐩 𝐁𝐥𝐨𝐜𝐤𝐞𝐫𝐬: Rosalia Rispoli (Nino Romano);
𝐓𝐨𝐩 𝐀𝐜𝐞𝐬 “𝑼𝒏𝒊𝒗𝒆𝒓𝒔𝒐 𝑴𝒆𝒔𝒔𝒊𝒏𝒂”: Alessandra Musicò (Nino Romano).