Commistioni…, tra mafia e politica: oggi a Messina…, sono stati assolti gli ex onorevoli e cognati Francantonio Genovese (Montecitorio-Roma) e Franco Rinaldi (Assemblea regionale siciliana-Palermo), imputati nel dibattimento del Processo “Matassa”

TUTTO IL DETTAGLIO, DI ASSOLUZIONI, CONDANNE E PRESCRIZIONI, DECISE DAI GIUDICI DELLA CORTE D'APPELLO

0
77

Gli ex onorevoli e cognati…, Francantonio Genovese (Montecitorio-Roma) e Franco Rinaldi Assemblea regionale siciliana-Palermo) oggi sono stati assolti dai reati a loro ascritti nel contesto del Processo d’appello “Matassa”,

L’operazione condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Messina nel 2016. L’indagine della Squadra mobile aveva puntato i riflettori sugli affari dei clan messinesi e sulla capacità di infiltrarsi nelle attività economiche e creare interessi anche nella politica.

I magistrati di secondo grado, con a capo il presieduta Alfredo Sicuro hanno pronunciato la sentenza al termine di una lunga Camera di consiglio… durata 9 ore.

Genovese e Rinaldi dovevano rispondere di associazione finalizzata dalla corruzione elettorale: sono andati assolti con la formula perchè il fatto non sussiste. La Corte d’appello ha cancellato la condanna a 4 anni e 2 che era stata inflitta in primo grado a Genovese e a 3 anni e 4 mesi per Rinaldi. La parte dell’inchiesta che riguarda Genovese e Rinaldi si occupa delle ultime campagne elettorali per le elezioni regionali del 2012, delle Politiche del 2013 e delle elezioni amministrative per il rinnovo del consiglio comunale del giugno 2013.

In generale…, la Corte d’appello ha disposto 22 condanne e 16 tra assoluzioni e prescrizioni. Tra questi sono stati assolti anche gli ex consiglieri comunali Paolo David e Giuseppe Capurro.

Ed ancora, assoluzione per:

  • Baldassarre Giunti;
  • Giuseppe Picarella;
  • Pietro Santapaola Rocco Richichi;
  • Vincenza Celona;
  • Gaetano Freni;
  • Francesco Zuccarello;
  • Lorenzo Papale;
  • Antonino Lombardo;
  • Vincenza Celona;
  • Paola Guerrera;
  • Francesco Perrello.

Per il resto i giudici hanno disposto una serie di riduzioni di pena.

La Corte d’appello ha condannato:

  1. Giuseppe Cambria Scimone a 10 anni;
  2. Francesco Celona a 4 anni e 6 mesi;
  3. Giovanni Celona 11 anni e 10 mesi;
  4. Antonio Chillè un anno e sei mesi;
  5. Fortunato Cirillo 10 anni;
  6. Francesco Comandè 6 anni;
  7. Andrea De Francesco 7 anni;
  8. Francesco Foti 7 anni;
  9. Lorenzo Guarnera 10 anni;
  10. Salvatore Mangano 10 anni;
  11. Raimondo Messina 22 anni in continuazione con altre sentenze;
  12. Massimiliano Milo e Rocco Milo 3 anni e 6 mesi ciascuno;
  13. Gaetano Nostro 16 anni e 6 mesi;
  14. Giuseppe Pernicone 7 anni e 4 mesi;
  15. Adelfio Perticari 10 anni;
  16. Salvatore Pulio 10 anni;
  17. Francesco Tamburella 7 anni e 6 mesi;
  18. Concetta Terranova un anno e 10 mesi;
  19. Domenico Trentin 10 anni,
  20. Carmelo Ventura 13 anni;
  21. Giovanni Ventura 10 anni.