È stata presentata oggi, mercoledì 7, nel salone delle Bandiere di palazzo Zanca, la prima edizione di Sud Innovation Summit, alla presenza del Sindaco Federico Basile e degli assessori, ai Grandi eventi cittadini Massimo Finocchiaro e all’Informatizzazione e Digitalizzazione della pubblica amministrazione Roberto Cicala, cui hanno preso parte l’ideatore del progetto Roberto Ruggeri e il managing director di Italian Angels for Growth Leonardo Giagnoni

L’EVENTO, PROMOSSO DAL COMUNE DI MESSINA, CHE NE HA COLTO L’IMPORTANZA SCEGLIENDO DI CREDERE IN QUESTA EDIZIONE, NASCE DALL’IDEA DELL’IMPRENDITORE MESSINESE RUGGERI E REALIZZATO CON UN TEAM DI PROFESSIONISTI IN COLLABORAZIONE CON ITALIAN ANGELS FOR GROWTH, TRA I PROTAGONISTI DEL VENTURE CAPITAL ITALIANO E CONNETTORE D’ECCELLENZA DI BUSINESS ANGELS, GRANDI CORPORATE E STARTUP INNOVATIVE

349

È stata presentata oggi, mercoledì 7, nel salone delle Bandiere di palazzo Zanca, la prima edizione di Sud Innovation Summit, alla presenza del Sindaco Federico Basile e degli assessori, ai Grandi eventi cittadini Massimo Finocchiaro e all’Informatizzazione e Digitalizzazione della pubblica amministrazione Roberto Cicala, cui hanno preso parte l’ideatore del progetto Roberto Ruggeri e il managing director di Italian Angels for Growth Leonardo Giagnoni. Nelle prossime settimane verranno rese note le grandi aziende che hanno scelto di partecipare al primo Sud Innovation Summit.

Si tratta di un evento che porterà a Messina per due giorni le grandi aziende di big tech, il 14 e 15 settembre prossimi, al Palacultura, ci saranno speaker di rilievo nazionale e internazionale provenienti da grandi aziende come Microsoft, Amazon, Airbnb, Uber, Alibaba, Linkedin, Enel, TIM, Unicredit per condividere storie di successo e best practice. L’evento, promosso dal Comune di Messina, che ne ha colto l’importanza scegliendo di credere in questa edizione, nasce dall’idea dell’imprenditore messinese Ruggeri e realizzato con un team di professionisti in collaborazione con Italian Angels for Growth, tra i protagonisti del venture capital italiano e connettore d’eccellenza di business angels, grandi corporate e startup innovative.

“Oggi – ha affermato il sindaco Basile – è un momento di grande soddisfazione per l’Amministrazione presentare un evento che porterà a Messina le grandi aziende di big tech, aziende leader nel loro settore che hanno un notevole potere economico, influenza sulla società e quindi sull’economia globale. Abbiamo scelto di condividere il progetto Sud Innovation Summit in quanto finalizzato a tenere insieme imprenditorialità, innovazione e territorio”.

“E in termini di realtà territoriale la nostra volontà è rendere Messina – ha continuato Basile – capace di sapere rappresentare un territorio in cui l’imprenditorialità possa esprimersi e l’innovazione rendersi visibile. Siamo consapevoli che non si tratta di una sfida semplice, ma è importante coinvolgere l’opinione pubblica sui nuovi trend dell’innovazione e del mondo startup per migliorare l’attrattività del nostro territorio puntando sulla qualità e offrendo spazi adeguati”.

“Tengo a ricordare poi, nel rispetto delle linee di digitalizzazione della pubblica Amministrazione, quanto abbiamo già proposto con il programma di investimenti denominato Digital I Hub che rappresenterà – ha concluso il Sindaco – il centro di eccellenza, in ricerca e sviluppo nel settore della trasformazione digitale ed una straordinaria opportunità per invertire il fenomeno della fuga di cervelli”.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore ai Grandi eventi cittadini “la compartecipazione tra pubblico e privato è di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio, che cresce – ha aggiunto Finocchiaro – se le istituzioni sanno dialogare con i privati. È fondamentale oggi puntare sulle startup innovative, imprese giovani e ad alto contenuto tecnologico, con forti potenzialità di crescita che unitamente alla sostenibilità rappresentano un modello di rivoluzione digitale, in grado di offrire opportunità e modelli di business a chi deciderà di investire nel nostro territorio”.

“È compito di questa amministrazione – ha proseguito l’assessore Cicala – promuovere ed attuare politiche che incentivino l’utilizzo del supporto digitale. Diventa pertanto fondamentale prendere parte ad iniziative come Sud Innovation Summit, finalizzate ad accendere i riflettori su temi come digitalizzazione e open innovation”.

Relativamente invece ai contenuti dell’evento “per due giorni – ha spiegato Ruggeri – Messina diventerà la capitale dell’innovazione. Digital transformation, South working, Cultura e turismo 3.0, sono queste le tre aree tematiche che verranno affrontate e attorno alle quali si svilupperanno momenti di confronto e approfondimento, partendo dall’esperienza di importanti speaker. Due giorni per promuovere e valorizzare il territorio coinvolgendo protagonisti di primo livello nazionali e internazionali in ambito imprenditorialità, digital e ricerca. Il Sud Italia, Messina nello specifico accoglie i talenti e le grandi aziende dimostrandosi terreno florido per poter sviluppare innovazione. Immaginiamo una grande platea di cittadini, studenti, imprenditori innovatori e aziende che abbiano voglia di essere ispirati da grandi storie di successo e vogliano anche contribuire al dibattito sulla digitalizzazione e l’open innovation. Partiamo da Messina con l’ambizione di fare di questa prima edizione un evento di richiamo per tutto il Sud Italia”.

Infine sul valore dell’innovazione e digitalizzazione nel Sud Italia per promuovere e valorizzare il territorio e il suo ecosistema, Giagnoni si è così espresso “innovare nel sud Italia non è solo una sfida, ma anche un’opportunità per costruire un futuro migliore. È un piacere per noi mettere in gioco il nostro network di innovatori e aziende tech, perché siamo certi che troverà in questo evento un’occasione unica di condivisione di idee e creazione di progetti innovativi sul territorio”.