Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Saponara hanno arrestato, in flagranza di reato, un 22enne ed un 39enne, entrambi residenti a Messina, già noti alle forze dell’ordine, per furto aggravato in concorso

I MILITARI..., HANNO OPERATO IN SEGUITO AD UNA RICHIESTA PERVENUTA AL 112 IL NUE (NUMERO UNICO DI EMERGENZA)

0
212

Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Saponara hanno arrestato, in flagranza di reato, un 22enne ed un 39enne, entrambi residenti a Messina, già noti alle forze dell’ordine, per furto aggravato in concorso.

È stata una richiesta pervenuta al numero unico di pronto intervento 112 NUE a segnalare la presenza di due individui che, giunti in contrada Vini di Saponara, dopo aver scavalcato la recinsione, si erano introdotti in un fondo agricolo per asportare dei limoni dagli alberi.

Il tempestivo intervento della pattuglia dei Carabinieri, impegnata in un servizio di controllo del territorio, consentiva di sorprendere i due individui intenti a caricare gli agrumi su un’autovettura. I due, avvistata la presenza dei militari, tentavano di dileguarsi a piedi, ma dopo un breve inseguimento venivano fermati e bloccati. Pertanto, la refurtiva recuperata, consistente in circa 160 kg. di limoni, già caricati sul veicolo, è stata restituita al legittimo proprietario ed i due individui sono stati arrestati, in flagranza di reato, per furto aggravato in concorso.

Ultimate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, i due arrestati sono stati ristretti presso le rispettive abitazioni, in regime degli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo.