Il Messina non si ferma: e va a… Manetta battendo in trasferta il forte Avellino per 1-0 nella 25ma giornata del campionato di serie C

I GIALLOROSSI HANNO IL MERITO DI GIOCARE SENZA TIMORI RIVERENZIALI E GRAZIE AL QUINTO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO GUARDANO LA CLASSIFICA DEL GIRONE C CON MOLTA FIDUCIA

221

Testo…, tratto da… www.sportwebsicilia.it!

Il Messina non si ferma: e va a… Manetta battendo in trasferta il forte Avellino per 1-0 nella 25ma giornata del campionato di serie C. I giallorossi hanno il merito di giocare senza timori riverenziali e grazie al quinto risultato utile consecutivo guardano la classifica del girone C con molta fiducia. I peloritani sono adesso dodicesimi con 32 punti a 4 lunghezze dalla decima piazza, l’ultima che porta agli spareggi per la serie B. impensabile ad inizio gennaio. Poi i successi su Casertana, Taranto, il pareggio a Torre del Greco e l’altra affermazione sul Francavilla hanno dato il giusto entusiasmo all’ambiente. Nelle ultime cinque giornate solo il Benevento ha fatto gli stessi punti dei siciliani.

Un successo che permette anche il sorpasso sull’ambizioso Catania che pareggia a reti inviolate con la Casertana.

Buona partenza per il Messina, Manetta colpisce
Al Partenio è il Messina che parte bene. Sotto la pioggia, i siciliani vanno in attacco incuranti dei 15 punti di differenza tra le due squadre. La prima occasione è però dell’Avellino ma è bravo Fumagalli a ribattere il colpo al volo di Patierno. Zunno risponde dal limite con un sinistro parato da Ghidotti. La pioggia non smette ed il ritmo cala. Al 25’ gli ospiti passano in vantaggio: Manetta infila il pallone su azione di calcio d’angolo.

L’Avellino reagisce
I padroni di casa non ci stanno. D’Ausilio prova di controbalzo ma Fumagalli evita guai. Nel finale di primo tempo ancora l’estremo difensore giallorosso si oppone, questa volta su Sgarbi che però da posizione favorevole calcia centralmente.

Emmausso sfiora il raddoppio
La ripresa inizia senza cambi per i siciliani che sfiorano il raddoppio. Al 57’ infatti, Emmauso va vicino al raddoppio, il suo mancino dal limite lambisce il legno.

I padroni di casa provano ad aumentare il ritmo ma Ragusa e Fumagalli salvano, sulla linea, il colpo di testa di Cionek.

Plescia avrebbe una ghiotta occasione per il raddoppio ma calcia a lato al 65 su bell’assist in profondità di Emmausso.

Poi triplo cambio tra gli irpini in avanti. Il tecnico messinese Giacomo Modica risponde facendo entrare Firenze e Civilleri per Plescia e Lia.

Cionek gira a lato, il Messina esulta
I biancoverdi spingono per il pareggio ma la difesa biancoscudata regge l’urto. L’unico grande pericolo arriva da una girata area di Cionek ma la palla va sul fondo. Il Messina fa festa per un’altra impresa.

Avellino-Messina, il tabellino
Avellino-Messina 0-1

Avellino: Ghidotti, Tito, D’Ausilio (dal 67′ Rocca), Patierno (dal 67’ Marconi), Sgarbi (dal 67′ Gori), Cancellotti (dal 54′ Ricciardi), Rigione (dal 46′ Dall’Oglio), Allenatore Michele Pazienza. A disposizione Armellino, De Cristofato, Cionek, Frascatore. A disp.: Pane, Pizzella, Russo, Mulè, Pezzella, Llano, Liotti.

Messina: E. Fumagalli, Dumbravanu, Manetta, Lia (dal 72′ Civilleri), Frisenna, Emmausso (dall’87′ Luciani), Zunno (dal 65′ Scafetta), Franco (dall’87′ Giunta), Ortisi, Plescia (dal 72′ Firenze), Ragusa. Allenatore Giacomo Modica. A disposizione: Piana, Zona, Signorile, Cavallo, Rosafio, Crisafulli, J. Fumagalli.

Arbitro: Rinaldi di Bassano del Grappa (Minafra di Roma 2 e Fumarolo di Barletta).

Rete: al 25’ Manetta.

Note. Ammoniti: Frascatore, E. Fumagalli, Patierno, Dall’Oglio, Cionek, Manetta, Recupero: 8’ e 4′.

Serie C – girone C, i risultati della 25ma giornata
Sabato 10 febbraio

Monterosi Tuscia-Potenza 1-1
Domenica 11 febbraio
Brindisi-Latina 1-2
Giugliano-Virtus Francavilla 2-1
Monopoli-Juve Stabia 1-3
Avellino-Messina 0-1
Catania-Casertana 0-0
Audace Cerignola-Taranto 0-0
Sorrento-Az Picerno 0-2
Turris-Foggia 2-0
Lunedì 11 febbraio

Crotone-Benevento alle 20.30
Classifica
Juve Stabia 54 punti; Az Picerno 48; Avellino 44; Benevento* 43; Taranto 42; Casertana 41; Crotone* 40; Audace Cerignola, Sorrento e Giugliano 36; Latinia 34; Messina 32; Catania e Potenza 31; Foggia 26; Turris 24; Monopoli 23; Virtus Francavilla 21; Brindisi e Monterosi Tuscia 16.

Benevento e Crotone una partita in meno.

Foto: Pagina Facebook Messina