Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Taormina con il supporto tecnico dei Carabinieri della Tutela Patrimonio Culturale di Siracusa hanno eseguito controlli ad attività commerciali operanti nel settore dell’antiquariato

LE VERIFICHE DEI MILITARI, SONO STATE ESTESE... AGLI ESERCIZI COMMERCIALI DESTINATI ALLA VENDITA DI OPERE D'ARTE

0
316

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Taormina con il supporto tecnico dei Carabinieri della Tutela Patrimonio Culturale di Siracusa hanno eseguito controlli ad attività commerciali operanti nel settore dell’antiquariato.

I Controlli agli esercizi commerciali destinati alla vendita di opere d’arte o di antiquario sono stati eseguiti al fine di verificare la normativa di settore, verificare la tracciabilità delle opere e prevenire pertanto attività di ricettazione e falsificazione.

A tal fine il Comando Carabinieri della Tutela Patrimonio Culturale si avvale di uno strumento informatico, di ausilio alle indagini di polizia giudiziaria: “la banca dati dei beni illecitamente sottratti”, la più grande a livello mondiale nello specifico settore, che contiene informazioni sui beni da ricercare, di provenienza italiana ed estera. Nell corso dei servizi, militari dell’Arma hanno ispezionato cinque esercizi antiquariali, sottoponendo a verifiche ed accertamenti fotografici dodici beni d’antiquariato.

All’esito dei controlli i Carabinieri hanno sanzionato il titolare di un’attività commerciale, comminandole una sanzione amministrativa per il mancato aggiornamento del registro delle operazioni di P.S.. Sui beni sottoposti a verifica, sono in corso gli accertamenti tecnici da parte dei Carabinieri della Tutela Patrimonio Culturale di Siracusa.