Sarà una domenica “bestiale”, la prossima, per gli appassionati di calcio, con due partite dal grande fascino – indipendentemente dal loro diverso “valore” – con le migliori quattro squadre del Vecchio Continente che chiuderanno la prima edizione della Nations League, l’ultimo torneo per nazionali, in ordine di tempo, varato dall’UEFA

NEL POMERIGGIO DI OGGI ALLE 15.00 IN DIRETTA SU RAI1, DALLO JUVENTUS STADIUM DI TORINO, ANDRA' IN ONDA IL CONFRONTO TRA L'ITALIA ED IL BELGIO CHE SI AFFRONTERANNO NELLA "FINALINA" VALEVOLE PER IL TERZO POSTO

0
49

Sarà una domenica “bestiale”, la prossima, per gli appassionati di calcio, con due partite dal grande fascino – indipendentemente dal loro diverso “valore” – con le migliori quattro squadre del Vecchio Continente che chiuderanno la prima edizione della Nations League, l’ultimo torneo per nazionali, in ordine di tempo, varato dall’UEFA.

Nel pomeriggio, allo Juventus Stadium di Torino, si affronteranno Italia e Belgio, nella “finalina” per il terzo posto, che Thibaut Courtois, il portiere dei Diavoli Rossi, ha definito “inutile” ma che in realtà, come ha ribadito anche il centrocampista azzurro Manuel Locatelli vale soprattutto per il ranking FIFA, parametro prezioso in ottica Qatar2022.

Dopo la sconfitta contro la Spagna, che ha interrotto la serie record di 37 partite utili consecutive, il Ct Roberto Mancini concederà minuti a chi ha giocato di meno, ma senza stravolgere l’impianto base. Italia-Belgio – calcio d’inizio alle 15.00 – andrà in onda, in diretta, su Rai1, a partire dalle 14.45, con Paola Ferrari e Luca Toni nello studio allestito all’interno dello Juventus Stadium e Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro in postazione cronaca: le interviste e gli interventi da bordocampo, invece, saranno di Alessandro Antinelli e Aurelio Capaldi.

In prima serata, poi, a partire dalle 20.35, subito dopo il Tg1, la finale per il titolo, a San Siro, tra la Francia di Benzema, Mbappé e Theo Hernandez, gli uomini che hanno ribaltato il Belgio, e la Spagna dei giovani fenomeni di Luis Enrique, che ha interrotto il volo azzurro: pronostico impossibile per un match che sarà raccontato da Stefano Bizzotto e Lele Adani, al suo esordio, in telecronaca, ai microfoni Rai.