La cantante e pedagogista siracusana Roberta Di Pietro, ha presentato stamane in anteprima il video della sua canzone Sospesa dedicata al tema della violenza contro le donne [Video]

E' AVVENUTO TUTTO, NEL CONTESTO DELL'INIZIATIVA DELLA QUESTURA ARETUSEA, DENOMINATA "QUESTO NON E' AMORE"

0
1143

Nel quadro della campagna di informazione e sensibilizzazione “Questo non è amore” promossa dalla Polizia di Stato, la Questura di Siracusa ha organizzato degli eventi per sensibilizzare sul fenomeno della violenza di genere e sulla necessaria tutela delle vittime.

Oggi 14 febbraio 2020, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 presso il centro commerciale Auchan è stata presente un equipe specializzata di operatori della Questura appartenenti a vari Uffici, il medico provinciale della Polizia di Stato e le rappresentanti delle associazioni e dei centri antiviolenza attivi nel territorio.

Nella stessa mattinata, le scuole della provincia aretusea che hanno aderito all’iniziativa hanno trasmesso un cortometraggio, realizzato dalla Questura di Siracusa, al quale è seguito un dibattito. In tutta la provincia e soprattutto nelle città sedi di Commissariati di Polizia si sono tenute analoghe iniziative. Ad Avola, al centro commerciale Il Giardino, dalle 9 alle 13 un’equipe di poliziotti insieme all’associazione Doride – telefono rosa si è svolto un momento informativo. A Noto, presso l’Istituto Veneziano, si è celebrato un momento di riflessione sulle tematiche della violenza alle donne così come a Lentini presso l’Istituto Polivalente e ad Augusta presso l’aula magna dell’Istituto Superiore A. Ruiz.

In questo ricco contesto di attivita’, la cantante e pedagogista siracusana Roberta Di Pietro ha presentato in anteprima il video della sua canzone Sospesa… dedicata all’importante tema del maltrattamento verso il genere femminile.

Segue, un filmato con una intervista della dottoressa Di Pietro realizzata da Giuseppe Castiglia.

Accetta i cookies di YouTube per vedere questo video. Avrai così accesso a questo servizio offerto da terze parti.

YouTube privacy policy

Se accetti, la tua scelta sarà salvata e la pagina verrà aggiornata.