I magistrati della Corte dei Conti Sezione Sicilia, hanno citato in giudizio l’ex governatore della Regione Rosario Crocetta

PER DANNO ERARIALE

849

Con l’ipotesi di danno erariale, il procuratore regionale della Corte dei Conti Sezione Sicilia, Gianluca Albo ed il suo vice Licia Centro hanno citato in giudizio, l’ex governatore della Regione Rosario Crocetta unitamente all’ex capo della sua segreteria, il legale Stefano Polizzotto.

A giudizio dei magistrati della Procura contabile, i due devono risarcire 244 mila euro all’Amministrazione regionale, una cifra che il ragioniere generale Biagio Bossone ha visto riconosciuta dopo un procedimento conclusosi innanzi al Tribunale del lavoro adito a marigine del suo defenestramento deciso da Crocetta, malgrado il suo contratto fosse ancora valido. Il processo inizierà a marzo.

La Legge, stabilisce che in caso di revoca antricipata i dirigenti hanno il diritto di godere del trattamento economico del quale avrebbero goduto se fossero rimasti in carica fino al termine del loro incarico, ovvero uno equivalente. Le deduzioni fornite da Crocetta e dall’avvocato Polizzotto, non servite per evitargli l’imputazione.