Durante un’operazione, dai finanzieri della Tenenza messinese… condotta con la collaborazione dei membri dell’A.R.P.A., sono stati scoperti enormi accumuli di materiale derivante da demolizioni e lavorazioni stradali, principalmente granulato di conglomerato bituminoso noto come “fresato di asfalto”… nelle vicinanze del Torrente Mela

I MILITARI DELLA GUARDIA DI FINANZA DI MESSINA HANNO PORTATO A TERMINE UN IMPORTANTE INTERVENTO NEL CONTRASTO ALLE DISCARICHE ABUSIVE: NEL SUDDETTO LUOGO È STATA INDIVIDUATA E SEQUESTRATA UN'AMPIA AREA UTILIZZATA ILLEGALMENTE COME DISCARICA, CON UN VOLUME APPROSSIMATIVO DI 3.000 METRI CUBI

155

Durante un’operazione, dai finanzieri della Tenenza messinese… condotta con la collaborazione dei membri dell’A.R.P.A., sono stati scoperti enormi accumuli di materiale derivante da demolizioni e lavorazioni stradali, principalmente granulato di conglomerato bituminoso noto come “fresato di asfalto”… nelle vicinanze del Torrente Mela.

I militari della Guardia di Finanza di Messina hanno portato a termine un importante intervento nel contrasto alle discariche abusive: nel suddetto luogo è stata individuata e sequestrata un’ampia area utilizzata illegalmente come discarica, con un volume approssimativo di 3.000 metri cubi.

Le indagini delle Fiamme Gialle di Messina sono partite dopo un sorvolo condotto da un aeromobile del Corpo, modello PH139D, appartenente alla Sezione Aerea di Manovra di Catania, che ha individuato la presenza di mezzi pesanti impegnati in attività sospette nella zona di Santa Lucia del Mela, utilizzando la tecnologia di sensoristica di missione a bordo. I successivi accertamenti condotti dalla Guardia di Finanza di Milazzo hanno confermato l’ipotesi iniziale di un deposito illecito di rifiuti, violando la normativa ambientale vigente.

I militari della Guardia di Finanza di Messina hanno pertanto deferito il proprietario del terreno alla competente Autorità Giudiziaria di Barcellona Pozzo di Gotto per gravi violazioni ambientali e hanno proceduto al sequestro dell’area interessata per impedire ulteriori danni all’ambiente circostante, particolarmente sensibile data la sua prossimità a una vasta sezione del fiume Mela.